La Scuola‎ > ‎

Piani di studio


Meccanica, Meccatronica ed Energia

pubblicato 27 giu 2013, 10:09 da Ivan Bertotto   [ aggiornato il 05 nov 2016, 06:19 da Gianpietro Rausa ]


Il Diplomato in Meccanica, Meccatronica ed Energia:
  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali, nella loro scelta, nei loro trattamenti e  lavorazioni;  inoltre, ha competenze sulle macchine e sui dispositivi utilizzati nelle industrie manifatturiere, agrarie, dei trasporti e dei servizi nei diversi contesti economici; 
  • nelle attività produttive d’interesse, egli collabora nella progettazione, costruzione e collaudo dei dispositivi e dei prodotti, nella realizzazione dei relativi processi produttivi; interviene nella manutenzione ordinaria e nell’esercizio di sistemi meccanici ed elettromeccanici complessi; è in grado di dimensionare, installare e gestire semplici impianti industriali. 
È in grado di: 
  • integrare le conoscenze di meccanica, di elettrotecnica, elettronica e dei sistemi informatici dedicati con le nozioni di base di fisica e chimica, economia e organizzazione; interviene nell’automazione industriale e nel controllo e conduzione dei processi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all’innovazione, all’adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese, per il miglioramento della qualità ed economicità dei prodotti; elabora cicli di lavorazione, analizzandone e valutandone i costi; 
  • intervenire, relativamente alle tipologie di produzione, nei processi di conversione, gestione ed utilizzo dell’energia e del loro controllo, per ottimizzare il consumo energetico nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente; 
  • agire autonomamente, nell’ambito delle normative vigenti, ai fini della sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale; 
  • pianificare la produzione e la certificazione degli apparati progettati,  documentando il lavoro svolto, valutando i risultati conseguiti, redigendo istruzioni tecniche e manuali d’uso. 
Nell’indirizzo sono previste le articolazioni “Meccanica e meccatronica” ed “Energia”, nelle quali il profilo viene orientato e declinato.  

Nell’articolazione “Meccanica e meccatronica” sono approfondite, nei diversi contesti produttivi, le tematiche generali connesse alla progettazione, realizzazione e gestione di apparati e sistemi e alla relativa organizzazione del lavoro.  

Nell’articolazione “Energia” sono approfondite, in particolare, le specifiche problematiche collegate alla conversione e utilizzazione dell’energia, ai relativi sistemi tecnici e alle normative per la sicurezza e la tutela dell’ambiente.

A conclusione del percorso quinquennale,  il Diplomato nell’indirizzo “Meccanica, Meccatronica ed Energia” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A),  di seguito specificati in termini di competenze. 
  1. Individuare le proprietà dei materiali in relazione all’impiego, ai processi produttivi e ai trattamenti. 
  2. Misurare, elaborare e valutare grandezze e caratteristiche tecniche con opportuna strumentazione.
  3. Organizzare il processo produttivo contribuendo a definire le modalità di realizzazione, di controllo e collaudo del prodotto. 
  4. Documentare e seguire i processi di industrializzazione. 
  5. Progettare strutture, apparati e sistemi, applicando anche modelli matematici, e analizzarne le risposte alle sollecitazioni meccaniche, termiche, elettriche e di altra natura.
  6. Progettare, assemblare, collaudare e predisporre la manutenzione di componenti, di macchine e di sistemi termotecnici di varia natura. 
  7. Organizzare e gestire processi di manutenzione per i principali apparati dei sistemi di trasporto, nel rispetto delle relative procedure. 
  8. Definire, classificare e programmare sistemi di automazione integrata e robotica applicata ai processi produttivi. 
  9. Gestire ed innovare processi correlati a funzioni aziendali. 
  10. Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali della qualità e della sicurezza. 
In relazione alle articolazioni:  ”Meccanica e meccatronica” ed  “Energia”,  le competenze di cui sopra sono differentemente sviluppate e opportunamente integrate in coerenza con la peculiarità del  percorso di riferimento.
QUADRO ORARIO
MATERIE ANNO DI CORSO
1 2 3 4 5
Attività e insegnamenti generali comuni agli indirizzi del settore tecnologico
Lingua e letteratura italiana 132 132 132 132 132
Lingua inglese 99 99 99 99 99
Storia 66 66 66 66 66
Geografia 33



Matematica 132 132 99 99 99
Diritto ed economia 66 66
Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia) 66 66
Scienze motorie e sportive 66 66 66 66 66
Religione cattolica o attività alternative 33 33 33 33 33
Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
Scienze Integrate (Fisica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Scienze Integrate (Chimica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie e tecniche di rappresentazione graficadi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie informatichedi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo anno 99
Scienze e tecnologie applicateriferite alle competenze relative alle discipline di indirizzo del secondo biennio e del quinto anno 99
Complementi di matematica 33 33
Attività e insegnamenti obbligatori dell'articolazione "Meccanica e Meccatronica"
Meccanica, macchine ed energia 132 132 132
Sistemi e automazione 132 99 99
Tecnologie meccaniche di processo e prodotto 165 165 165
Disegno, progettazione e organizzazione industriale 99 132 165
Totale ore 1056 1056 1056 1056 1056
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32
Laboratori
Svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (ITP) 264 561 330

Il quadro orario si articola su sei giorni (dal lunedì al sabato) ed è previsto un rientro fino alle ore 17.00.

L'adozione del registro elettronico in tutte le classi consente alle famiglie di seguire online l'attività scolastica degli studenti e, agli studenti assenti, di rimanere aggiornati poichè offre l'opportunità di conoscere gli argomenti svolti in classe, le verifiche in calendario, le valutazioni conseguite e le assenze cumulate.

Informatica e telecomunicazioni

pubblicato 27 giu 2013, 09:51 da Ivan Bertotto   [ aggiornato il 29 nov 2016, 09:23 da Gianpietro Rausa ]


L'indirizzo "Informatica e Telecomunicazioni" è rivolto a studenti che desiderano acquisire competenze nei sistemi informatici, nell'elaborazione dell'informazione, nelle reti e negli apparati di comunicazione.

Il Diplomato in “Informatica e Telecomunicazioni”: 

  • ha competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell’elaborazione dell’informazione, delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti e degli apparati di comunicazione; 
  • ha competenze e conoscenze che, a seconda delle diverse articolazioni, si rivolgono all’analisi, progettazione, installazione e gestione di sistemi informatici, basi di dati, reti di sistemi di elaborazione, sistemi multimediali e apparati di trasmissione e ricezione dei segnali; 
  • ha competenze orientate alla gestione del ciclo di vita delle applicazioni che possono rivolgersi al software: gestionale – orientato ai servizi – per i sistemi dedicati “incorporati”; 
  • collabora nella gestione di progetti, operando nel quadro di normative nazionali e internazionali, concernenti la sicurezza in tutte le sue accezioni e la protezione delle informazioni (“privacy”). 

È in grado di: 

·       collaborare, nell’ambito delle normative vigenti, ai fini della sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale e di intervenire nel miglioramento della qualità dei prodotti e nell’organizzazione produttiva delle imprese; 

  • collaborare alla pianificazione delle attività di produzione dei sistemi, dove applica capacità di comunicare e interagire efficacemente, sia nella forma scritta che orale; 
  • esercitare, in contesti di lavoro caratterizzati prevalentemente da una gestione in team, un approccio razionale, concettuale e analitico, orientato al raggiungimento dell’obiettivo, nell’analisi e nella realizzazione delle soluzioni; 
  • utilizzare a livello avanzato la lingua inglese per interloquire in un ambito professionale caratterizzato da forte internazionalizzazione; 
  • definire specifiche tecniche, utilizzare e redigere manuali d’uso. 

L'indirizzo prevede due articolazioni: "Informatica" e "Telecomunicazioni", all'Avogadro ad oggi è presente la sola articolazione "Informatica".

Nell’articolazione "Informatica", con riferimento a specifici settori di impiego e nel rispetto delle relative normative tecniche, viene approfondita in particolare l’analisi, la comparazione e la progettazione di dispositivi e strumenti informatici e lo sviluppo delle applicazioni informatiche. 

COMPETENZE RAGGIUNTE E SBOCCHI PROFESSIONALI 

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo "Informatica e Telecomunicazioni" consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze. 

  1. Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali;
  2. Descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione;
  3. Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza;
  4. Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali;
  5. Configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti;
  6. Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza. 

Al termine della specializzazione sono veramente tante le possibilità a cui andranno in contro i neo diplomati, la preparazione ottenuta durante tutto questo percorso garantisce un’ottima base per entrare nel mondo del lavoro o per proseguire gli studi a livello universitario. Le statistiche in nostro possesso ci mostrano come una buona parte degli ex studenti scelga di iscriversi al Politecnico o alla Facoltà di Informatica dell'Università degli Studi.

È noto come nei mesi successivi l'Esame di Stato, lo studente venga contattato per colloqui di lavoro da numerose aziende specializzate nel settore, molte provenienti dal territorio piemontese.

Come sbocchi professionali il Perito in Informatica trova facilmente impiego in software house, aziende di sviluppo di siti internet per pubblicizzazione e commercio elettronico, centri di elaborazione dati di grandi e medie aziende, aziende fornitrici di servizi di installazione e gestione reti e centri commerciali per supporto alla vendita di nuove tecnologie.

QUADRO ORARIO 

Di seguito è riportato il quadro orario con le ore di lezione settimanali (32 per ogni anno del triennio) svolte nelle diverse discipline. Nelle 32 ore settimanali sono comprese le ore di laboratorio svolte congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (ITP).

Il quadro orario si articola su sei giorni (dal lunedì al sabato) ed è previsto un rientro pomeridiano, nella maggior parte dei casi dalle ore 13:00 fino alle ore 17:00. 
Per ulteriori informazioni sul corso di Informatica è possibile contattare direttamente il docente coordinatore della specializzazione Prof.ssa E. Mormile all’indirizzo email emormile@itisavogadro.it


Di seguito il quadro orario dell'intero quinquennio.

QUADRO ORARIO
MATERIE ANNO DI CORSO
1 2 3 4 5
Attività e insegnamenti generali comuni agli indirizzi del settore tecnologico
Lingua e letteratura italiana 132 132 132 132 132
Lingua inglese 99 99 99 99 99
Storia 66 66 66 66 66
Geografia 33



Matematica 132 132 99 99 99
Diritto ed economia 66 66
Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia) 66 66
Scienze motorie e sportive 66 66 66 66 66
Religione cattolica o attività alternative 33 33 33 33 33
Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
Scienze Integrate (Fisica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Scienze Integrate (Chimica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie e tecniche di rappresentazione graficadi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie informatichedi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo anno 99
Scienze e tecnologie applicateriferite alle competenze relative alle discipline di indirizzo del secondo biennio e del quinto anno 99
Complementi di matematica 33 33
Sistemi e reti 132 132 132
Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni 99 99 132
Gestione progetto, organizzazione d'impresa 99
Attività e insegnamenti obbligatori dell'articolazione "Informatica"
Informatica 198 198 198
Telecomunicazioni 99 99
Totale ore 1056 1056 1056 1056 1056
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32
Laboratori
Svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (ITP) 264 561 330

Il quadro orario si articola su sei giorni (dal lunedì al sabato) ed è previsto un rientro fino alle ore 17.00.

L'adozione del registro elettronico in tutte le classi consente alle famiglie di seguire online l'attività scolastica degli studenti e, agli studenti assenti, di rimanere aggiornati poiché offre l'opportunità di conoscere gli argomenti svolti in classe, le verifiche in calendario, le valutazioni conseguite e le assenze cumulate.

Elettronica ed Elettrotecnica

pubblicato 27 giu 2013, 09:23 da Ivan Bertotto   [ aggiornato il 05 nov 2016, 06:16 da Gianpietro Rausa ]

Il Diplomato in “Elettronica ed Elettrotecnica”:
  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali e delle tecnologie costruttive dei sistemi elettrici, elettronici e delle macchine elettriche, della generazione, elaborazione e trasmissione dei segnali elettrici ed elettronici, dei sistemi per la generazione, conversione e trasporto dell’energia elettrica e dei relativi impianti di distribuzione; 
  • nei contesti produttivi d’interesse, collabora nella progettazione, costruzione e collaudo di sistemi elettrici ed elettronici, di impianti elettrici e sistemi di automazione. 
È grado di:
  • operare nell’organizzazione dei servizi e nell’esercizio di sistemi elettrici ed elettronici complessi; 
  • sviluppare e utilizzare sistemi di acquisizione dati, dispositivi, circuiti, apparecchi e apparati elettronici; 
  • utilizzare le tecniche di controllo e interfaccia mediante software dedicato; 
  • integrare conoscenze di elettrotecnica, di elettronica e di informatica per intervenire nell’automazione industriale e nel controllo dei processi produttivi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all’innovazione e all’adeguamento tecnologico delle imprese relativamente alle tipologie di produzione; 
  • intervenire nei processi di conversione dell’energia elettrica, anche di fonti alternative, e del loro controllo, per ottimizzare il consumo energetico e adeguare gli impianti e i dispositivi alle normative sulla sicurezza; 
  • nell’ambito delle normative vigenti, collaborare al mantenimento della sicurezza sul lavoro e nella tutela ambientale, contribuendo al miglioramento della qualità dei prodotti e dell’organizzazione produttiva delle aziende. 
Nell’indirizzo sono previste le articolazioni “Elettronica”, “Elettrotecnica” e “Automazione”, nelle quali il profilo viene orientato e declinato.
In particolare, sempre con riferimento a specifici settori di impiego e nel rispetto delle relative normative tecniche, viene approfondita nell’articolazione “Elettronica” la progettazione, realizzazione e gestione di sistemi e circuiti elettronici; nell’articolazione “Elettrotecnica” la progettazione, realizzazione e gestione di impianti elettrici civili e industriali e, nell’articolazione “Automazione”, la progettazione, realizzazione e gestione di sistemi di controllo.
A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Elettronica ed Elettrotecnica” consegue i risultati di apprendimento descritti nel punto 2.3 dell’Allegato A), di seguito specificati in termini di competenze.
  1. Applicare nello studio e nella progettazione di impianti e di apparecchiature elettriche ed elettroniche i procedimenti dell’elettrotecnica e dell’elettronica. 
  2. Utilizzare la strumentazione di laboratorio e di settore e applicare i metodi di misura per effettuare verifiche, controlli e collaudi. 
  3. Analizzare tipologie e caratteristiche tecniche delle macchine elettriche e delle apparecchiature elettroniche, con riferimento ai criteri di scelta per la loro utilizzazione e interfacciamento. 
  4. Gestire progetti. 
  5. Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali. 
  6. Utilizzare linguaggi di programmazione, di diversi livelli, riferiti ad ambiti specifici di applicazione. 7 – Analizzare il funzionamento, progettare e implementare sistemi automatici. 
In relazione alle articolazioni: ”Elettronica”, “Elettrotecnica” ed “Automazione”, le competenze di cui sopra sono differentemente sviluppate e opportunamente integrate in coerenza con la peculiarità del percorso di riferimento.
QUADRO ORARIO
MATERIE ANNO DI CORSO
1 2 3 4 5
Attività e insegnamenti generali comuni agli indirizzi del settore tecnologico
Lingua e letteratura italiana 132 132 132 132 132
Lingua inglese 99 99 99 99 99
Storia 66 66 66 66 66
Geografia 33



Matematica 132 132 99 99 99
Diritto ed economia 66 66
Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia) 66 66
Scienze motorie e sportive 66 66 66 66 66
Religione cattolica o attività alternative 33 33 33 33 33
Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
Scienze Integrate (Fisica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Scienze Integrate (Chimica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie e tecniche di rappresentazione graficadi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie informatichedi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo anno 99
Scienze e tecnologie applicateriferite alle competenze relative alle discipline di indirizzo del secondo biennio e del quinto anno 99
Complementi di matematica 33 33
Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici 165 165 198
Attività e insegnamenti obbligatori delle articolazioni "Elettronica" ed "Elettrotecnica"
Elettrotecnica ed Elettronica 231 198 198
Sistemi automatici 132 165 165
Totale ore 1056 1056 1056 1056 1056
Totale ore settimanali 32 32 32 32 32
Laboratori
Svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (ITP) 264 561 330

Il quadro orario si articola su sei giorni (dal lunedì al sabato) ed è previsto un rientro fino alle ore 17.00.

L'adozione del registro elettronico in tutte le classi consente alle famiglie di seguire online l'attività scolastica degli studenti e, agli studenti assenti, di rimanere aggiornati poichè offre l'opportunità di conoscere gli argomenti svolti in classe, le verifiche in calendario, le valutazioni conseguite e le assenze cumulate.

Biennio comune settore tecnologico

pubblicato 27 giu 2013, 09:03 da Ivan Bertotto   [ aggiornato il 05 nov 2016, 06:14 da Gianpietro Rausa ]

RISULTATI DI APPRENDIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE TECNOLOGICO

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato consegue i risultati di apprendimento, di seguito specificati in termini di competenze:
  • Valutare fatti ed orientare i propri comportamenti in base ad un sistema di valori coerenti con i principi della Costituzione e con le carte internazionali dei diritti umani.
  • Utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali,culturali, scientifici, economici, tecnologici.
  • Stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali ed internazionali, sia in prospettiva interculturale sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.
  • Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente.
  • Riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali dell’ambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo.
  • Riconoscere il valore e le potenzialità dei beni artistici e ambientali, per una loro corretta fruizione e valorizzazione.
  • Utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.
  • Padroneggiare la lingua inglese e, ove prevista, un’altra lingua comunitaria per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER).
  • Riconoscere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo.
  • Utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.
  • Utilizzare le strategie del pensiero razionale negli aspetti dialettici e algoritmici per affrontare situazioni problematiche, elaborando opportune soluzioni.
  • Utilizzare i concetti e i modelli delle scienze sperimentali per investigare fenomeni sociali e naturali e per interpretare dati.
  • Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare.
  • Analizzare il valore, i limiti e i rischi delle varie soluzioni tecniche per la vita sociale e culturale con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio.
  • Utilizzare i principali concetti relativi all'economia e all'organizzazione dei processi produttivi e dei servizi.
  • Correlare la conoscenza storica generale agli sviluppi delle scienze, delle tecnologie e delle tecniche negli specifici campi professionali di riferimento.
  • Identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
  • Redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.
  • Individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.
Gli istituti tecnici del settore tecnologico possono prevedere, nel piano dell’offerta formativa, attività e insegnamenti facoltativi di ulteriori lingue straniere nei limiti del contingente di organico loro assegnato ovvero con l’utilizzo di risorse comunque disponibili per il potenziamento dell’offerta formativa.

QUADRO ORARIO
MATERIE ANNO DI CORSO
1 2 3 4 5
Attività e insegnamenti generali comuni agli indirizzi del settore tecnologico
Lingua e letteratura italiana 132 132 132 132 132
Lingua inglese 99 99 99 99 99
Storia 66 66 66 66 66
Geografia 33



Matematica 132 132 99 99 99
Diritto ed economia 66 66
Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia) 66 66
Scienze motorie e sportive 66 66 66 66 66
Religione cattolica o attività alternative 33 33 33 33 33
Attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
Scienze Integrate (Fisica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Scienze Integrate (Chimica)di cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie e tecniche di rappresentazione graficadi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo biennio 99 99
Tecnologie informatichedi cui 66 ore di laboratorio complessive per il primo anno 99
Scienze e tecnologie applicateriferite alle competenze relative alle discipline di indirizzo del secondo biennio e del quinto anno 99






Totale ore 1089 1056 1056 1056 1056
Totale ore settimanali 33 32 32 32 32
Laboratori
Svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (ITP) 264 561 330

Il quadro orario si articola su sei giorni (dal lunedì al sabato) ed è previsto un rientro fino alle ore 17.00.

L'adozione del registro elettronico in tutte le classi consente alle famiglie di seguire online l'attività scolastica degli studenti e, agli studenti assenti, di rimanere aggiornati poichè offre l'opportunità di conoscere gli argomenti svolti in classe, le verifiche in calendario, le valutazioni conseguite e le assenze cumulate.

Liceo Scientifico (opzione Scienze Applicate)

pubblicato 27 giu 2013, 08:50 da Ivan Bertotto   [ aggiornato il 05 nov 2016, 06:35 da Gianpietro Rausa ]

Vedi presentazione...

Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate corrisponde al corso di studi che nel precedente ordinamento scolastico era definito Liceo Scientifico Tecnologico “Progetto Brocca”, presente nel nostro istituto a partire dalla metà degli anni '90.

QUADRO ORARIO

Le cifre in tabella indicano il numero di ore di lezione svolte settimanalmente per ogni materia.

MATERIE

prima

seconda

terza

quarta

quinta

Lingua eletteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua e cultura straniera

3

3

3

3

3

Storia e geografia

3

3

-

-

-

Storia

-

-

2

2

2

Filosofia

-

-

2

2

2

Matematica

5

4

4

4

4

Informatica

2

2

2

2

2

Fisica

2

2

3

3

3

Scienze naturali*

3

4

5

5

5

Disegno e storia dell'arte

2

2

2

2

2

Scienze motorie e sportive

2

2

2

2

2

Religione cattolica o Attività alternative

1

1

1

1

1

TOTALE

27

27

30

30

30

* Biologia, Chimica, Scienze della Terra 

N.B. È previsto l'insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell''area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell'area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato.

Il quadro orario si articola su cinque giorni (dal lunedì al venerdì) per il biennio e su sei giorni (dal lunedì al sabato) per il triennio. 

L'adozione del registro elettronico in tutte le classi consente al le famiglie di seguire online l'attività scolastica degli studenti e, agli studenti assenti, di rimanere aggiornati poichè offre l'opportunità di conoscere gli argomenti svolti in classe, le verifiche in calendario, le valutazioni conseguite e le assenze cumulate. 

PROFILO CULTURALE 

La formazione liceale:

  • fornisce agli studenti gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà affinché essi si pongano con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico difronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi;
  • educa ad una cittadinanza attiva, consapevole, responsabile. 

Il percorso opzione scienze applicate è indirizzato:

  • allo studio del rapporto tra cultura scientifica e tradizione umanistica, declinato anche attraverso la programmazione di moduli didattici interdisciplinari;
  • all'acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali. A tal fine presso il nostro Istituto l'insegnamento della matematica e della fisica sono assegnati a docenti diversi, con specifica preparazione;
  • allo sviluppo delle competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere;
  • alla formazione sui linguaggi, sulle tecniche e sulle metodologie inerenti alle diverse forme del sapere, anche attraverso le pratiche di laboratorio. 

In aggiunta allo svolgimento dei programmi ministeriali si realizzano percorsi di approfondimento che possono coinvolgere:
  • l'intera classe (Biennale Democrazia, percorso storico-artistico associato alla visita di Venaria Reale, Biotecnologia, Nanotecnologia e Bioinformatica);
  • specifici gruppi di allievi con spiccate attitudini e motivazioni (Olimpiadi di Matematica, Fisica, Chimica, Scienze naturali, Informatica, Neuroscienze, Euso, con partecipazione alle fasi regionale e nazionale). 

Agli studenti è, inoltre, offerta la possibilità di partecipare a conferenze e convegni, organizzati presso la stessa Scuola in collaborazione con enti e università, su temi di particolare rilevanza e attualità.

Per gli studenti del IV anno vengono organizzate lezioni di matematica, fisica e chimica tenute da studenti del MIT di Boston in lingua inglese, per una durata di tre settimane.

Agli studenti del V anno è offerta la possibilità di partecipare al corso di Orientamento al Politecnico di Torino, tenuto da docenti del Politecnico e da docenti dell'Avogadro, a conclusione del quale gli allievi possono accedere al test di ammissione.

Agli studenti meritevoli vengono proposti stages estivi presso i Dipartimenti di Fisica e Matematica dell'Università di Torino e presso il Politecnico, e la partecipazione alla Scientific Summer Academy. 

Il curricolo può essere integrato con certificazioni informatiche e di lingua inglese. 

L'Istituto:

  • rilascia la Patente Europea dell'Informatica ECDL;
  • organizza corsi per il conseguimento del P.E.T. (Preliminary English Test);
  • organizza corsi per il conseguimento del F.C.E. (First Certificate in English).

La Scuola offre un servizio di ascolto psicologico per accompagnare gli allievi alla risoluzione di eventuali problemi che possono ostacolare il successo scolastico e il benessere personale. Il servizio è rivolto anche ai familiari degli allievi e agli insegnanti.

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il diplomato nel Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, come in tutti gli altri indirizzi a carattere liceale, trova il suo naturale compimento nella prosecuzione degli studi in ambito universitario, soprattutto nelle facoltà scientifiche e tecnologiche o nella formazione superiore post diploma. Sono però possibili anche inserimenti immediati nell'attività in aziende industriali o di servizi, dopo un eventuale periodo di formazione presso le stesse.  

 

1-5 of 5